Week-end Indipendenza e Servizi Respiro

autonomia domestica

Il progetto dei week end indipendenza da gennaio 2019 ha luogo presso i gruppi appartamento del centro Home special Home.

Tale attività, del tutto innovativa per la provincia di Udine, mira ad incentivare l’indipendenza del ragazzo dalla propria famiglia d’origine per avviarlo ad un progetto per l’età adulta e di residenzialità, promuovendo le autonomie personali (igiene personale, vestizione, ...), le autonomie domestiche (pulizia degli ambienti, preparazione della tavola, del letto, riordino dei vestiti, ...), le autonomie ambientali (rispetto delle regole stradali, esecuzione di piccoli acquisti, gestione del denaro, ...), la condivisione degli spazi e il rispetto delle regole comuni.

 autonomia domestica 3

Permette inoltre di partecipare agli eventi comunitari e di condividere con i propri compagni delle esperienze adeguate ai loro interessi e alla loro età in modo autonomo rispetto alla famiglia. Allo stesso tempo permettere il sollievo e il respiro ai genitori che in tal modo possono dedicarsi alla coppia o ai fratelli e sorelle sovente trascurati per accudire il figlio disabile.

Sono inoltre previsti dei servizi con funzione respiro attivati su richiesta delle famiglie, rivolti agli utenti del centro che abbiano compiuto i 16 anni di età. Tali servizi sono individuali e consistono in attività serali e notturne costruite sulle esigenze del singolo.

Queste progettualità creano un ponte fondamentale verso la vita adulta e la progressiva indipendenza dal nucleo familiare di origine.

Appartamento

L’intera zona alloggio è stata finanziata dalla Regione Friuli Venezia Giulia ed arredata gratuitamente da IKEA VILLESSE, e comprende:

  • DUE GRUPPI APPARTAMENTO dotati di n.8 camere singole per persone con autismo con annesso bagno e n.2 camere con annesso bagno per gli operatori, n.2 zone cucina-pranzo e salotto, locale lavanderia e stireria con bagno adiacente, n.2 magazzini;
  • GIARDINO PENSILE grande spazio verde “sicuro” per soggiorno estivo e aiuole con erbe officinali finanziato da FONDAZIONE FRIULI
  • Zona coperture esterne finanziata da SIDER ENGINEERING
  • MONOLOCALE ALLOGGIO FORESTERIA ad uso visitatori, tirocinanti e relatori dei corsi di formazione, dotato di bagno, due letti e angolo soggiorno;
  • ZONA ALLOGGIO al piano primo, lato sud, di mq 200 circa
  • ALLOGGIO CUSTODE dotato di n.2 camere, n.2 bagni e zona cucina-pranzo e salotto, locale magazzino ;
  • ALLOGGIO EMERGENZA dotato di n.1 camera singola per persona con autismo in emergenza con annesso bagno e n.1 camera con annesso bagno per operatore e una zona cucina-pranzo e salotto.

Vi è anche anche un appartamento offerto in uso permanente e gratuito ad ASUIUD (Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Udine) riservato a una persona accompagnata da un educatore per il servizio di “help care” per i giorni di sollievo familiare e le emergenze.

 

 

 

Social Media

Fai una donazione

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Nome e Cognome 
Indirizzo e-mail 
    

michele con mascherina

Una guerra quotidiana all’interno delle famiglie con autismo nella difficile lotta al virus

 In questa speciale giornata dedicata alle persone con autismo a livello mondiale è   importante far sentire la nostra voce, la voce dei familiari di persone con autismo,   nonostante il tempo così inclemente, il tempo del Coronavirus che ha ulteriormente   messo alla prova tutti noi e ci ha repentinamente sbattuto difronte uno scenario di   guerra.

 Noi famiglie dell’autismo eravamo già in guerra prima, una guerra subdola e silenziosa   dentro e fuori casa per rendere effettivi quei diritti alla salute, alla riabilitazione, allo   studio, alla presa in carico delle nostre persone adulte gravi e medio-gravi in servizi a   loro adeguati. E per le persone ad alto funzionamento e sindrome di Asperger per   ottenere servizi di supporto psicologico e scolastico e per l’avvio al lavoro.

 Oggi le nostre famiglie sono fortemente provate, stanno male: sono chiuse nelle loro   case, ma non sono al sicuro, la loro guerra è fuori casa perché c’è il virus, ma è anche   dentro casa con il loro fragile figlio che debbono aiutare 24 ore al giorno ,   supportandolo nelle crisi quotidiane, anche in presenza di fratelli e sorelle (invisibili )   nella loro riabilitazione on line (se risulta possibile), nel fargli comprendere queste   stringenti nuove regole che anche le persone comuni fanno fatica ad accogliere. Le   madri e i padri dell’autismo sono in prima linea, sempre!

 

Oggi ancor di più!

Ecco allora il nostro appello, NON DIMENTICATECI, non dimenticateci in questo momento dove la maggiore fragilità si percepisce all’interno dei nostri ospedali, dove eroici medici, infermieri e oss assieme a tutto il personale (compreso quello che si occupa delle pulizie) stanno quotidianamente lottando contro un nemico invisibile e feroce.

NON DIMENTICATECI perché i nostri fragili figli hanno bisogno di maggiori attenzioni oggi, dobbiamo riaprire i nostri servizi e lo faremo con l’aiuto dell’azienda sanitaria, ma anche dovendo reperire materiali per la sanificazione dei locali, dispositivi sanitari (mascherine, tappetini per la santificazione delle scarpe, guanti, disinfettanti) utili a contenere il rischio di contagio;

5x1000

C'è un modo di contribuire alle attività di ProgettoAutismoFVG che non ti costa nulla: devolvere il 5 per mille della tua dichiarazione dei redditi. Basta inserire il nostro codice fiscale 94100060303 e la tua firma nella dichiarazione dei redditi.

NEWSLETTER

Iscriviti alla newsletter- invia una mail a eventi@progettoautismofvg.it