SERVIZIO CIVILE

L' associazione Progettoautismo FVG ONLUS dal 2014 è iscritta all'Albo Nazionale del Servizio Civile Nazionale e permette, attraverso i progetti redatti in collaborazione con il Centro Servizi Volontariato FVG, l'invio di volontari maggiorenni (per il Servizio Civile Nazionale) e minorenni (per il Servizio Civile Solidale) a coadiuvare l'attività dell'associazione.

Il Servizio Civile è un modo diverso di difendere la Patria, una difesa non armata e non violenta, che non va ricondotta al territorio dello Stato e alla tutela dei suoi confini esterni, ma piuttosto alla condivisione di valori comuni e fondanti l'ordinamento democratico. E' un'opportunità per i giovani di dedicare un anno della propria vita a favore di un impegno solidaristico inteso come impegno per il bene di tutti e di ciascuno e quindi come valore di coesione sociale. E' un'opportunità di educazione alla cittadinanza attiva e un contributo allo sviluppo sociale, culturale ed economico del nostro Paese.

Il Servizio Civile ha una forte valenza educativa e formativa ed è un'importante occasione di crescita personale.

 

PROGETTI PROMOSSI DA PROGETTOAUTISMO FVG ONLUS IN COLLABORAZIONE CON

Schermata 2016-05-20 alle 12.06.27

 

Schermata 2016-05-20 alle 12.06.35PROGETTI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE

2015-2016: "SPECIAL NEEDS" Progetto di Centro Diurno Sperimentale per l'autismo e i DGS

2016-2017: "AUTISM SPECIAL FORCE" Rete di cittadinanza attiva per l'autismo e i Disturbi Generalizzati dello Sviluppo

 

Schermata 2016-05-20 alle 12.08.34PROGETTI SERVIZIO CIVILE SOLIDALE

2015-2016: "SPECIAL NEEDS FRIENDS"

2016-2017: "FRIENDS FOR AUTISM SPECIAL NEEDS" scadenza 09/06/2016 SCARICA LA DOMANDA

  

Schermata 2016-05-20 alle 12.09.13

Il mio primo giorno presso la sede di Progettoautismofvg è stato molto naturale, nonostante la paura: il primo contatto che ho avuto è stato un abbraccio, forte, fortissimo, accompagnato da un ciao, senza paure, senza tensioni, senza timidezza. E' stato il primo di tanti altri, e mi ha permesso quel giorno di togliermi di dosso tutta la paura, di entrare nella stanza dove i ragazzi di solito disegnano o fanno dei lavoretti tranquilla e convinta di non trovare nessuna ostilità da parte di nessuno di loro. E' stato esattamente così e in poco tempo nonostante l'inesperienza ho imparato esattamente come comportarmi con loro. 

Ho imparato a conoscerli e a poter capire il perchè di alcuni loro comportamenti che chi non conosce i disturbi dello spettro autistico potrebbe definire semplicemente bizzarri o strani, ho imparato che i ragazzi del centro non sono tutti uguali, che non posso comportarmi con tutti loro nello stesso modo, che con alcuni devo essere più severa e con altri più accondiscendente, e non perchè alcuni di loro si meritino un trattamento più duro ma semplicemente perchè con alcuni funziona un certo comportamento che su altri non fa invece presa o anzi li agita.

Ho scoperto grazie a loro di avere una pazienza infinita, che posso evitare di urlare come faccio magari con i miei genitori o con i compagni di classe quando penso che non mi capiscano o che non è difficile capire ciò che sto dicendo, che basta raccogliere la calma da ogni angolino del proprio corpo e respirare, ripetere le cose in altro modo e usare tutta la propria razionalità per aiutarli a fare la scelta più giusta per tutti.

Ho imparato a dare senza chiedere nulla in cambio e ricevere invece di tutto: sorrisi, baci, disegni, che tutt'ora ho attaccato alle pareti della mia camera, complimenti, gentilezze, aiuti.

Ho imparato che ognuno di loro è come un bambino in un corpo di un uomo, e quel bambino non aspetta altro che uscire, e come in tutti i bambini in loro non c'è cattiveria, violenza, prepotenza, o voglia di farti soffrire, ma c'è solo un modo tutto personale, diverso e a volte ingenuo di vedere le cose, e per capirli bisogna solo chiudere gli occhi, disfarsi di tutto ciò che la società ci ha insegnato e ritrovare il bambino ingenuo che è dentro ognuno di noi, poiché anche lui, come loro, farebbe volentieri le cose a modo suo.

Klizia Urelli (Volontaria Servizio Civile Solidale Progettoautismo FVG Onlus)

 

Lo spazio disponibile per descrivere questi ragazzi e l’esperienza quotidiana al loro fianco, è qui davvero troppo limitato. Forse dovrei cominciare parlandovi della sensazione di immensa soddisfazione che provo quando uno di loro mi fa comprendere che è felice di stare con me, o forse dei sorrisi di intesa, dei piccoli progressi che si possono notare in loro, della sensazione di pienezza quando mi chiedono “domani ci sei?”. Sarebbe davvero bello se tutti potessero conoscere lo splendore di questi ragazzi/e, quanto amore, creatività, estro apporterebbero alla società, se questa fosse in grado di riconoscere e collocare ognuno di loro dove merita. Ciò in cui credo è che “il limite per questi ragazzi è il cielo” e sento talmente mio questo mondo che ho deciso di intraprendere una seconda laurea: la facoltà di scienze dell’educazione. Grazie ai ragazzi di Progettoautismo FVG ONLUS!”

Vanessa Da Ros (Volontaria SCN Progettoautismo FVG Onlus)

Schermata 2016-05-20 alle 12.06.14

 

Il Servizio Civile Nazionale è stato per me un'esperienza densa di significato. Mi ha dato l'opportunità di conoscere dei ragazzi fantastici e di inserirmi nelle loro vite, seguendoli nelle varie attività proposte dall'associazione. Mi ha permesso inoltre di approfondire le tematiche legate all' autismo, attraverso i numerosi corsi organizzati, rendendo questa esperienza altamente formativa e completa.”

Elisa Loi (Volontaria SCN Progettoautismo FVG Onlus)

 

Schermata 2016-05-20 alle 12.07.29Sono ormai otto mesi che ho cominciato questa attività e non potete immaginare come in così poco tempo possa cambiarti. Un anno fa stavo pensando a cosa fare nel mio futuro dopo la quinta, quale corso universitario scegliere. Le uniche facoltà che mi incuriosivano erano quelle umanistico-sociali delle quali però non avevo esperienza. Così ho deciso di fare volontariato e tra ricerche in internet e conoscenze varie ho scoperto del bando e in particolare di Progettoautismo FVG che mi avrebbe offerto proprio l’esperienza di cui avevo bisogno. Grazie a questa attività sono cambiata molto. È cambiato il mio modo di interagire e di relazionarmi. All’inizio temevo di non essere all’altezza, osservavo quasi a distanza, ma poi col passare del tempo sono diventata più sicura di me. Noto questi cambiamenti anche da piccole cose come la pazienza che è aumentata, la disinvoltura nell’approcciarmi con chi ne ha bisogno, dalla felicità che provo quando ognuno dei nostri ragazzi mi regala un semplice sorriso. Mi sento più grande e migliore e il tutto è avvenuto in modo naturale e spontaneo! Ora sono in quinta e nonostante il grosso impegno che la scuola mi richiede riesco a fare entrambe le cose in quanto questa esperienza mi ha anche insegnato a organizzarmi meglio per spendere bene il mio tempo. In queste poche righe vorrei riuscire a trasmettere ciò che ho provato e provo ma non è facile. Il miglior consiglio che io possa dare a una persona che vuole davvero capire quanto un semplice servizio civile possa essere così importante e intenso è dirgli di viverlo direttamente col cuore e la mente. Perché le sensazioni più profonde le senti quando credi davvero in quello che fai. Approfitto di questa occasione per ringraziare tutte le persone che mi hanno dato la possibilità di vivere questa esperienza.

Maddalena Rizzi (Volontaria Servizio Civile Solidale Progettoautismo FVG Onlus)

 

 

Social Media

Ricerca nel sito

5x1000

C'è un modo di contribuire alle attività di ProgettoAutismoFVG che non ti costa nulla: devolvere il 5 per mille della tua dichiarazione dei redditi. Basta inserire il nostro codice fiscale 94100060303 e la tua firma nella dichiarazione dei redditi.

NEWSLETTER

Invia un'email a info@progettoautismofvg.it per ricevere le newsletter dell'associazione